Articoli

La Quota di Mercato di WordPress Se è sul Web, Probabilmente è un Sito WordPress

Josep Garcia

Da Josep

Wordpress quota di mercato

Tooltester è sostenuto da lettori come te. Quando acquisti attraverso i nostri link potremmo ricevere una commissione che ci permette di offrirti gratuitamente le nostre recensioni.

Secondo w3techs.com, il 43,3% di tutti i siti al mondo è stato creato usando WordPress. E se analizziamo i siti creati con un CMS, il numero è ancora più alto: oggi il 65,3% dei siti creati con un sistema di gestione dei contenuti usa WordPress! Proprio così! Tutti, dal piccolo blogger alla grande multinazionale, usano WordPress per gestire i propri contenuti.

La portata di WordPress si estende ben oltre il suo servizio di hosting, WordPress.com (in inglese).

Fondato nel 2003 come strumento per il blogging, WordPress è passato ad essere un completo CMS alla base di una grande fetta di web. Quanti e quali siti sono costruiti con WordPress? Ho fatto qualche ricerca ed ecco cosa ho trovato.

Quasi la metà del Web è stata creata con WordPress

Il grafico qui sotto mostra la piattaforma usata per creare il milione di siti più visitati al mondo. Le barre grigie includono i siti che non usano un CMS. Le barre verdi includono solo siti in cui possiamo identificare l’uso di un determinato CMS (testo in inglese).

wordpress marktanteil grafik

Dunque, mentre il 33,7% di tutti i siti nel mondo sono stati creati senza un determinato CMS, il 43,3% è stato creato con WordPress!

E di quei siti che sì sono stati creati con un determinato CMS, WordPress rappresenta un incredibile 65,3%. Il concorrente che più gli si avvicina, Shopify, si trova a un lontanissimo secondo posto con il 4,4%.

Qual è la differenza tra WordPress.org e WordPress.com?

È facile confondere la piattaforma open-source di WordPress.org con il servizio di hosting di WordPress.com.

WordPress.com offre un creatore di siti piuttosto semplificato per creare un sito internet in maniera facile e veloce, mentre WordPress.org è uno strumento molto più flessibile e personalizzabile dal momento che puoi accedere al suo codice. Puoi anche usare tutti i plugin disponibili nella libreria di WordPress e sarai libero di scegliere il servizio di hosting che preferisci (per es. Siteground). Ma tutto questo presuppone un processo di apprendimento più lungo.

WordPress.com è un prodotto dell’azienda Automattic Inc. la quale contribuisce anche al progetto open-source di WordPress. Dai un’occhiata alla nostra recensione di WordPress.com (in inglese) per maggiori informazioni.

Leggi la nostra guida per creare un sito internet con WordPress.org (testo in inglese) per ulteriori dettagli.

Grandi compagnie e grandi blogger usano WordPress.com

Ci sono due opzioni di prezzi per WordPress.com: un pacchetto Free con funzionalità limitate (in confronto ad altri creatori di siti gratuiti), ed il pacchetto Pro che ti dà accesso a temi premium e alla maggior parte dei plugin, al prezzo di $15. C’è anche WordPress VIP ovvero un servizio di hosting a livello aziendale.

CNN, Spotify, People, TIME, Microsoft, e The Rolling Stones sono alcuni dei suoi clienti più famosi. Nel 2010 Microsoft ha interrotto il servizio di blogging Windows Live Spaces e ha intrapreso una collaborazione con WordPress.com.

WordPress.org continua a crescere

Negli ultimi 5 anni, l’uso di WordPress è cresciuto passando dal 32,7% dei 10 milioni di siti più visitati al mondo al 42.9%, superando in crescita tutti i suoi concorrenti.

La flessibilità che hanno grandi compagnie per ospitare e modificare da sé un sito WordPress, o usare il servizio VIP di WordPress.com fa di questo di gran lunga il più grande CMS del web, tuttora in crescita.

Per tutti gli aspiranti blogger, il fatto che sia gratuito significa che per cominciare avranno solo bisogno di un economico servizio di hosting per WordPress! Ed esiste un’infinità di materiali e documentazione che ti aiuterà ad imparare un po’ più in fretta.

Il seguente grafico mostra come la fetta di mercato di WordPress sia cresciuta rispetto alle altre piattaforme.

2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 2021
Nessuno 64,8% 61,7% 56,6% 53,3% 51,3% 45,3% 43,1% 38,3% 33,8%
WordPress 21,0% 23,3% 25,6% 27,3% 29,2% 32,7% 35,4% 39.5% 42.9%
Shopify 0,1% 0,3% 0,4% 0,6% 0,9% 1,4% 1,9% 3,2% 4,4%
Joomla 3,3% 3,3% 3,3% 3,4% 3,2% 3,0% 2,6% 2,2% 1,7%
Drupal 1,9% 2,0% 2,1% 2,2% 2,3% 1,9% 1,7% 1,5% 1,3%
Wix 0,1% 0,1% 0,2% 0,3% 0,4% 1,0% 1,3% 1,5% 1,9%
Squarespace 0,1% 0,2% 0,4% 0,5% 0,7% 1,4% 1,5% 1,4% 1,8%

Anno di punta per ciascun CMS in grassetto

Questa tabella mostra come i concorrenti open source Joomla, Drupal e Prestashop stiano perdendo quote di mercato rispetto a WordPress. Non solo, WordPress è l’unico sistema open source con una grande quota di mercato che continua a crescere. Anche Shopify e Wix stanno crescendo, tuttavia queste piattaforme hanno un hosting proprio e non sono open source.

Dunque qual è il più grande, Wix.com o WordPress?

Dipende da quale WordPress stiamo parlando. Tra tutti i creatori di siti, la fetta di mercato di Wix (testo in inglese) è la più grande tra tutti i creatori di siti che includono l’hosting. Secondo builtwith.com, lo 0,55% del milione di siti più visitati al mondo è stato creato con Wix.com.

Mentre WordPress è la piattaforma usata dall’incredibile 36,45% di quei siti.

Non si tratta però di un termine comparabile dal momento che i numeri di WordPress comprendono tutti i siti con hosting incluso, oltre a WordPress.com.

L’esatta quota di mercato è difficile da stabilire ma WordPress.com ha pubblicato che “Oltre 409 milioni di persone visualizzano più di 20 miliardi di pagine ogni mese” su WordPress.com, un’informazione non molto utile. A settembre del 2020 Wix ha dichiarato che 180 milioni di siti internet sono stati creati finora con la sua piattaforma.

Se diamo uno sguardo a Ahrefs per avere un’idea più precisa, possiamo vedere che, sorprendentemente, le ricerche per Wix ammontano a 6,8 milioni mentre WordPress appare nelle ricerche 5,8 milioni di volte. Bisogna tuttavia considerare che Wix punta molto su marketing e pubblicità.

Questo ci dà un’idea degli interessi di queste due compagnie e delle loro quote di mercato.

Wix ahrefs global search volume

Volumi di ricerca di Google per Wix

Wordpress ahrefs global search volume

Volumi di ricerca di Google per WordPress

WordPress continuerà a dominare il mercato dei CMS?

Tutte queste informazioni fanno pensare che WordPress continuerà a crescere. Si tratta di un prodotto veloce, ben supportato e open source, che negli anni è stato capace di correggere prontamente problemi e bug, e che non sembra cambiare rotta. L’arrivo di  WooCommerce (acquisito da Automattic nel 2015) ha aiutato WordPress a rimanere competitivo e attuale nell’ambito dell’e-commerce.

Inoltre, il suo servizio di hosting, WordPress.com, è alle calcagna di Wix.com per cui ne vederemo delle belle nei prossimi anni. È possible che a un certo punto WordPress.com usurpi a Wix.com il primo posto sul podio dei creatori di siti più popolari? Il tempo ce lo dirà, ma sono sicuro che l’architettura open source di WordPress sia qui per rimanere.

Facci sapere cosa pensi della quota di mercato di WordPress!

Josep Garcia

Content Manager

Ciao, sono Josep Garcia, redattore di Tooltester.com. Sono appassionato del mondo di internet e della creazione web. Dal 2014 ad oggi ho testato innumerevoli creatori di siti e servizi di hosting (tra le altre cose) e condivido su Tooltester tutto ciò che ho imparato. Se hai delle domande non esitare a lasciare un commento.

Scopri di più su di noi

Manteniamo aggiornati i nostri contenuti

27 Apr 2022 - Wordpress
7 Feb 2022 – Aggiornamento generale
12 Apr 2021 – Aggiornamento generale

Il "dietro le quinte" di questa recensione

Le ricerche per quest’articolo e la sua redazione sono state fatte dai nostri esperti tooltester seguendo una metodologia precisa.

Metodologia di Tooltester

Le Vostre Domande